Nei, angiomi e cheratosi: cosa sono e come si trattano

Video Video
Ti potrebbero interessare
Il laser permette di rimuovere facilmente le più comuni neoformazioni a scopo estetico, ecco quali sono e gli accorgimenti da seguire

A domanda... Risposta!

Le neoformazioni cutanee sono delle proliferazioni cellulari a livello dermico, si distinguono in benigne e maligne. Le benigne sono sicuramente quelle più ricorrenti e l’esempio più classico sono i nei: possono essere congeniti, laddove presenti dalla nascita, o acquisiti, laddove insorgano in epoca adulta.
Un altro esempio di neoformazione sono gli angiomi, sono delle neoformazioni di origine vascolare di colore rosso rubino che si localizzano soprattutto a livello del tronco e del dorso.
Abbiamo poi le cheratosi seborroiche, delle formazioni brunastre, circolari, di diametro variabile, che insorgono soprattutto in epoca più avanzata, soprattutto per effetto dell’esposizione solare e per predisposizione genetica.
Qualora si abbia l’esigenza di eliminare una di queste neoformazioni per puro scopo estetico, è bene sempre fare un’analisi dermatologica e se, attraverso l’esame obiettivo non vi sono dubbi, queste possono essere eliminate con tecnica laser. Laddove invece vi sorgano dei dubbi si procederà con un’escissione chirurgica e una refertazione istologica.

CREDITS

Autore
Maurizio Poletti

Regia
Maurizio Poletti

DOP
Claudio Lucca

Operatore
Maurizio Poletti

Montaggio
Maurizio Poletti

Esperto
Dario Tartaglini, medico estetico

Salute e benessere
SEGUICI