Quale alimentazione adottare in caso di ovaio policistico? La parola al Dr. Ongaro

Video Video

Nutrizionista e pioniere della medicina antiaging
Filippo Ongaro
Alimentazione e sindrome dell'ovaio policistico: il Dr. Ongaro ci spiega come ridurre i disagi della patologia attraverso una dieta povera di zuccheri

Qual è l'alimentazione da adottare in caso di sindrome dell'ovaio policistico? La parola al Dr. Ongaro!

La sindrome dell'ovaio policistico è una forma di insulino-resistenza: di conseguenza la dieta quotidiana di una persona affetta da tale patologia deve essere necessariamente povera di zuccheri e cerali raffinati, ai quali bisogna preferire la tipologia integrale.

L'obiettivo da perseguire attraverso l'alimentazione, infatti, è quello di diminuire la produzione di insulina e di ottimizzare la sensibilità del recettore insulinico all'insulina stessa.

Oltre all'alimentazione, poi, il Dr. Filippo Ongaro consiglia di introdurre, nella routine giornaliera, la pratica di un'attività fisica quotidiana. Il movimento, infatti, ha la capacità di aumentare la sensibilità del recettore insulinico.

CREDITS

Prodotto da Marketing Arena

Scopri di più sul Dottor Filippo ongato su http://www.filippo-ongaro.it/

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI